www.medioevo-mare.eu

arte e monumenti




ARTE MEDIEVALE A GAETA E TERRACINA


Nella zona costiera del Lazio meridionale gli influssi artistici in epoca medievale furono molteplici ed ancora oggi si possono ammirare interessanti reperti. A Gaeta la cattedrale, ora dedicata a Maria Assunta e Sant' Erasmo, fu edificata nel XIII secolo riutilizzando parti di una chiesa più antica e fu rimaneggiata successivamente. In tempi recenti, oltre ad evidenziare elementi strutturali antichi, sono state ricollocate alcune decorazioni medievali e sono state pure ripristinate parti della pavimentazione cosmatesca (quest'ultima in antico era probabilmente molto ampia). Esternamente sono notevoli il campanile e l'antico ingresso. Nel marzo 2016 si è svolto un convegno (Gaeta medievale e la sua Cattedrale) volto ad approfondire l'interessante documentazione e il ruolo di Gaeta nel contesto del tempo. .


il campanile di Gaeta, foto ap


antico ingresso, foto ap

 

 

Molto interessanti sono le decorazioni medievali all'interno del duomo gaetano. Proponiamo di seguito alcune foto di Nicola Severino che ha curato anche alcuni articoli sui lavori dei Cosmati nel Lazio (sul web diversi sono pubblicati tramite Academia.edu).



dettaglio del Cero Pasquale
Nella rappresentazione anche il golfo di Gaeta


particolare del Cero Pasquale
milites medievali


altre ricche decorazioni
del Cero Pasquale


lastra antico ambone romano
storie di Giona


scultura ubicata nella
zona presbiteriale


girale cosmatesca nella
pavimentazione ricomposta



Duomo di Terracina, foto Iride G.

Non meno interessante risulta il Duomo di Terracina (dedicato a San Cesareo). Una chiesa infatti c'era già nel tardo periodo romano ma fu praticamente rifatta in periodo medievale (con lavori importanti nei secoli XI e XIII). Pure a Terracina ci furono dei rimaneggiamenti successivi, ma sono comunque rimaste alcune importanti decorazioni medievali. Le principali sono: la pavimentazione centrale in stile cosmatesco, il pulpito della prima metà del XIII secolo, la colonna tortile del Cero Pasquale (firmata da tale Crudele nel 1245). Appare possibile che il pavimento cosmatesco sia stato curato da maestranze che lavorarono anche a Ferentino. E nel contesto è molto interessante quanto resta del mosaico della trabeazione destra del portico (in un dettaglio si vedono anche dei cavalieri che si affrontano). Non è escluso che queste ultime decorazioni non siano riferibili a botteghe dei cosmati. Infine non va dimenticato che nel 1889 proprio in questo duomo fu ritrovata quella cassa lignea (databile X-XI, in stile un po' enigmatico) ora conservata nel Museo di Palazzo Venezia (Rm).



portico del Duomo di Terracina,vecchia foto



pavimento nel duomo di Terracina, foto MM- wikipedia


mosaici nel portico, foto Pippo-wikimedia



pubblicazione "Cassa di Terracina" 1987, di Clara Rech
La cassa lignea fu trovata nella sagrestia da Natale Baldoria



Gaeta, particolare cupola chiesa di San Giovanni al Mare

HOME